CURA E PREVENZIONE DEL PIEDE GERIATRICO


la cura e prevenzione del piede geriatrico può aiutare a la motilità e consequentemente a procurare una migliore qualità di vita

 

 

Per tutta la vita, i nostri piedi sono i responsabili de sostenere il resto del nostro corpo. I piedi hanno sopportato molti passi e il peso del corpo. Ecco perché l’età produce una serie di cambiamenti nella pelle e nelle unghie che devono essere curati.
Il grasso della pianta del piede può modificare la sua proprietà di ammortizzazione e, a sua volta, ha anche la disidratazione che provoca più lesioni. Anche le unghie subiscono cambiamenti nella loro struttura e spessore.
La cura e la prevenzione del piede geriatrico o dei piedi degli anziani di età  e ausili come calzature o solette possono aiutare al benessere. Nel nostro Studio, siamo specializzati nel piede diabetico e nella sua prevenzione, una patologia molto presente negli anziani. 

A continuazione, approfondiremo questo argomento.

PATOLOGIE FREQUENTI NEL PIEDE DELL’ANZIANO

Modifiche dovute all’invecchiamento

A misura che invecchiamo, il piede subisce un’atrofia delle cellule fibroadipose del tallone, il che produce un appoggio eccessivo sull’osso calcagno; dovuto a un cambiamento progressivo degenerativo della cartilagine, diminuisce la mobilità delle articolazione del tarso e del metatarso; infine, si crea una condizione d’atrofia muscolare.

Alterazioni dovute a malattie generali

L’elenco delle malattie con potenziali manifestazioni ai piedi e lungo. In molti casi, il piede può essere il sito primario  di sintomi e complicanze. Questo viene spesso verificato nei casi di:malattie osteoarticolari, come gotta, artrosi, artrite reumatoide; malattie cardiovascolari come la insufficienza cardiaca; malattie metaboliche endocrine come la insufficienza renale cronica, ipotiroidismo o diabete mellito (la invitiamo a leggere il nostro articolo sul Piede Diabetico) ecc.

La neuropatia e/o le malattie vascolari, insieme a un seguito di condizioni sociali  e igieniche come le calzature o il taglio delle unghie  sono responsabili di gravi problemi al piede diabetico. Possiamo considerare lievi i disturbi all eunghie o la formazione di duroni, ma anche problemi piú gravi come la ulcerazione, osteomelite, sepsi, amputazione ecc.

Lo sviluppo insidioso della neuropatia è quello che probabilmente causa la maggior parte dei problemi al piede del diabetico,in particolare attraverso la perdita della sensazione di dolore e temperatura, portando a traumi e ustioni involontari che possono essere infettati, ulcerati o arrivare a deformare il piede.

Condizioni osteoarticolari

L’osteoartrosi è una condizione che coinvolge quasi tutta la cartilagine del corpo sotto pressione, come accade con quelle del ginocchio, una delle più compromesse. La degenerazione della cartilagine articolare è la prima delle due modifiche. Poi, sarà il turno della regione ossea vicina alla cartilagine, con le creste ossee periarticolari e la decalcificazione.

Artrosi metatarso-falangea

 Si osserva nelle persone di età superiore ai 60 anni, manifestando dolore quando si cammina e si calma durante il riposo. Premendo il piede con il morsetto pollice-pollice a questo punto si crea dolore e la borsite che circonda l’area può aggravarla. La radiografia mostra che la testa del primo metatarso è usurata e circondata dall’osteoporosi. Trattamento dell’osteoartrosi metatarso-falangea: si deve valutare l’adattamento delle calzature, la riduzione del peso in caso di obesità e i periodi di attività alternati a quelli di riposo.

Artrite reumatoide

La sua posizione nel tarso e nel metatarso e i suoi dolori logici, può apparire per la prima volta dopo 60 anni. Mezzo secolo fa questa era considerata una rarità. Tuttavia, l’aumento della longevità degli uomini, il maggior numero di anziani e una migliore diagnosi hanno contribuito alla frequenza della malattia.

Affezioni neurologiche

Gli incidenti vascolari cerebrali causano alterazioni del piede in una alta percentuale di casi. Gli emiplegici che possono riguadagnare la motilità spesso camminano con la punta del piede  diretta verso la linea mediana. Quel piede difficile da maneggiare può essere una vittima più esposta del traumi.

 

 


Altri trattamenti